venerdì 11 aprile 2014

Aprile, dolce viaggiare

In odore di ponti, consigli per gite vicine e lontane.


Lodi, Tempio dell'Incoronata
Un capolavoro del Rinascimento Lombardo. Tutto d'oro. 
Vale una messa!

Vercelli, Museo Borgogna
Una casa museo con opere dal Trecento all'Ottocento, fra cui 
il gioiello divisionista di Morbelli, Per ottanta centesimi,
simbolo della condizione femminile al tempo delle risaie. Riso amaro, ma da vedere.

Milano, Bernardino Luini a Palazzo Reale
Finalmente una mostra coi fiocchi. Duecento pezzi del maestro, accanto a Foppa, Lotto, Bramantino, Zenale e persino Leonardo. Santi, Madonne e bambini morbidi come il burro.

Viareggio, Galleria d'arte moderna e Museo Viani
Un allestimento algido per un museo affacciato sul mare. 
Lorenzo Viani colpisce al cuore con le sue teste di anarchici e pescatori dipinti col coltello.

Biancavilla, Villa delle Favare
All'ombra dell'Etna, un paese surreale e magico, come le opere di Giuseppe Coco conservate nell'antica villa padronale, immagini dove gli umori del sud si mescolano a quelli del corpo, nelle scene erotiche di straordinaria ironia. Play men!


Possagno, Museo Canova
La patria del grande scultore neoclassico conserva una gipsoteca con tutti i modelli originali della sue sculture. Candida come il marmo. 

Nessun commento:

Posta un commento