martedì 19 novembre 2013

Raffaello a Milano

da La Repubblica, Milano, 19 novembre 2013

Milano, città d'arte, sposa il Rinascimento per Natale


Raffaello. È il maestro del Rinascimento italiano, della pittura perfetta, delle madonne bambine, eteree e dolcissime, la nuova star in arrivo, il prossimo 28 novembre, a Palazzo Marino per il tradizionale appuntamento con le mostre di Natale offerte da Eni ai milanesi. Se la formula già testata non cambia – un grande nome per un grande quadro – quest'anno varia invece il partner museale dell'iniziativa che non sarà più, come nelle ultime quattro edizioni, il museo del Louvre, ma toccherà ai Musei Vaticani siglare un prestito eccezionale. Quello della celebre Madonna di Foligno l'opera che, datata fra il 1511 e il 1513, Raffaello dipinse su incarico del segretario di Papa Giulio II, Sigismondo de’ Conti, come pala d’altare per la chiesa di Santa Maria in Aracoeli, poi trasferita nel convento dei SS. Anna e Francesco a Foligno. Un capolavoro di equilibro e spiritualità che rappresenta gli esordi dell'attività romana del maestro, impegnato con rigore nella ricerca di una sintesi ideale fra bellezza classica e umanità terrena. Dopo Caravaggio, Leonardo, Tiziano, De La Tour e Canova che l'anno scorso, con il duetto di Amore e Psiche, totalizzò oltre 225mila ingressi, la Sala Alessi di Palazzo Marino ospiterà un altro big dell'arte di tutti i secoli, con le sue schiere di angioletti burrosi entrati ormai nell'immaginario di tutti.  

Nessun commento:

Posta un commento